DATORI DI LAVORO E LAVORATORI INTERESSATI
Possono beneficiare dell’”Incentivo Occupazione NEET 2019”:
– tutti i datori di lavoro privati, compresi i soggetti non imprenditori (quali, ad esempio,
associazioni culturali, politiche o sindacali, associazioni di volontariato, studi professionali,
ecc..) ed i datori di lavoro del settore agricolo che,

senza esservi tenuti, procedono all’assunzione di:
* soggetti iscritti al programma “Garanzia Giovani” con età compresa tra 16 e 29 anni
(cosiddetti “NEETNot [engaged in] Education, Employment or Training”),

* in una sede di lavoro situata nel territorio dello Stato Italiano, ad esclusione della
Provincia autonoma di Bolzano.
L’ANPAL precisa che, per poter dare diritto alla fruizione dell’incentivo, i soggetti con età inferiore a 18 anni devono aver assolto al diritto dovere di istruzione e formazione.
L’esonero contributivo non si applica nei confronti della pubblica amministrazione e dei datori di lavoro domestico.

RAPPORTI DI LAVORO INCENTIVATI
L’esonero contributivo si applica:
– alle assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato (anche a scopo di
somministrazione) e con contratto di apprendistato professionalizzante;

– effettuate nel corso del 2019 (dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019).
L’assunzione può essere effettuata sia a tempo pieno che part-time. In quest’ultimo caso, l’importo dell’esonero deve essere proporzionalmente ridotto rispetto al tempo pieno.
Rientra, inoltre, nell’ambito di applicazione del nuovo esonero contributivo anche il socio
lavoratore di cooperativa, se assunto con contratto di lavoro subordinato.
Non è possibile godere dell’esonero contributivo per le assunzioni con:
– contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di
istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore;
– contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca;
– contratto di lavoro intermittente;
– contratto di lavoro domestico;
– in caso di ricorso alle prestazioni di lavoro occasionale, nonché
– in caso di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti a termine, in quanto essendo
stato precedentemente assunto a tempo determinato, il giovane non avrebbe il requisito fondante il beneficio, ovvero la condizione di NEET.

CONDIZIONI PER L’ACCESSO AL BENEFICIO
Il diritto alla fruizione dell’esonero contributivo è subordinato al rispetto
– dei principi generali finalizzati a garantire un’omogenea applicazione degli incentivi
all’assunzione (art. 31, D.Lgs n. 150/2015);
– delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro e dell’assicurazione obbligatoria
dei lavoratori (al cui rispetto è subordinato il rilascio del DURC).

 

MISURA DEL BENEFICIO E TERMINE ULTIMO DI FRUIZIONE

L’agevolazione in esame:

– consiste nell’esonero dal versamento del 100% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro,

-nel limite massimo di 8.060 euro annui per ogni lavoratore assunto,

– per un periodo massimo di 12 mesi a decorrere dalla data di assunzione del lavoratore.

L’incentivo è fruibile tramite conguaglio in UniEmens e deve essere fruito, in ogni caso e a pena di decadenza, entro e non oltre il termine perentorio del 28 febbraio 2021.

 

REGIME “DE MINIMIS”

L’utilizzo dell’“Incentivo Occupazione NEET” deve rispettare le previsioni europee in materia di aiuti di Stato.

Di conseguenza, l’esonero contributivo può essere legittimamente fruito nel rispetto della normativa sugli aiuti di stato, nel limite del “de minimis”. Il vincolo del “de minimis” può essere superato qualora l’assunzione comporti un incremento netto dell’occupazione.

 

CUMULABILITÀ

L’esonero contributivo non è cumulabile con altri incentivi all’assunzione di natura economica o contributiva, ad eccezione dell’“Incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile”.

In caso di assunzione con contratto di apprendistato professionalizzante, l’esonero riguarda la contribuzione ridotta dovuta dai datori di lavoro: per gli anni successivi al primo, il datore di lavoro applicherà le aliquote contributive già previste per tale tipologia di rapporto.

 

ISTANZA PRELIMINARE

Per beneficiare dell’esonero contributivo i datori di lavoro interessati devono presentare telematicamente all’INPS un’istanza preliminare di ammissione (modulo “NEET” disponibile all’interno dell’applicazione “Diresco”).

 

ESPOSIZIONE IN UNIEMENS

A decorrere dalle competenze del mese di aprile 2019, i datori di lavoro che operano mediante il flusso Uniemens, in caso di assunzione di lavoratore con l’incentivo “Occupazione NEET”, dovranno valorizzare all’interno di <Denuncia individuale> , <Dati retributivi>,  elemento <incentivo> i seguenti elementi:

* nell’elemento <Tipoincentivo>  il valore

– “NE19”, se viene fruito il solo “Incentivo Occupazione NEET” nel rispetto dei limiti previsti in materia di aiuti “de minimis”, ovvero –

“NEDE”, se viene fruito il solo “Incentivo Occupazione NEET” oltre i limiti previsti in materia di aiuti “de minimis”, ovvero

“NEGE”, se viene fruito l’”Incentivo Occupazione NEET” in cumulo con l’incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile, nel rispetto dei limiti previsti in materia di aiuti “de minimis”, ovvero

“NEC9” se viene fruito l’”Incentivo Occupazione NEET” in cumulo con l’incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile, oltre i limiti previsti in materia di aiuti “de minimis”;

– nell’elemento <Codentefinanziatore> dovrà essere inserito il valore “H00” (Stato);

– nell’elemento <Importocorrincentivo> dovrà essere indicato l’importo posto a conguaglio relativo al mese corrente.